Impatto acustico in ambienti di lavoro! Il Fonometro integratore e analizzatore in classe 1 ARW-1308 è la risposta

Impatto acustico in ambienti di lavoro! Il Fonometro integratore e analizzatore in classe 1 ARW-1308 è la risposta

Parliamo di una esigenza che sembra complessa, ma di fatto non lo è. La misurazione dell’impatto acustico negli ambienti di lavoro regolamentata dal D.L. 81/2008 (testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) rappresenta un fattore molto importante. Il fonometro ARW-1308 della linea ARW Misure è in grado di offrire in modo semplice un quadro completo dei parametri necessari per la valutazione dell’inquinamento acustico. Le basi fondamentali per poter assolvere a tale adempimento sono la classe di precisione (Tipo 1) e la funzione di integrazione, ossia la capacità di misurare il paramento “LEQ” ( Livello equivalente: livello medio integrato nel tempo) con la selezione delle diverse ponderazioni in frequenza (A/C) e il livello di picco massimo “Peak”. Altre funzioni presenti sullo strumento possono essere utili, ma non indispensabili, per una valutazione più completa del fenomeno.

Ora andiamo a vedere nel dettaglio questo strumento: esamineremo il kit di fornitura, ne illustreremo le caratteristiche principali, ne sveleremo i vantaggi e scopriremo tante informazioni utili per l’uso e la manutenzione. Un valido contributo lo possiamo trovare nel video alla fine di questo articolo. Pronti? Iniziamo!

Lo strumento. Come è composto?

Il fonometro ARW-1308 è contenuto in una semplice e compatta valigetta in ABS, una particolare attenzione è riservata alla parte più importante dello strumento, il corpo formato dal microfono collegato al preamplificatore, che è contenuto all’interno di una custodia separata in modo da proteggerlo ulteriormente. Un particolare che balza subito all’occhio è sicuramente lo schermo antivento posizionato nel centro della valigetta.

Ora andiamo nel dettaglio di cosa è composto il kit di fornitura:

  • Il corpo del Fonometro
  • Microfono e preamplificatore contenuti in una robusta custodia separata per proteggerlo da urti, umidità e polvere che possono danneggiarlo, considerato la delicatezza della membrana

Immagine microfono

  • Schermo antivento di ca. 9cm
  • Alimentatore per il collegamento diretto a rete elettrica
  • Un cavo USB per il collegamento a PC
  • La documentazione cartacea

 

Da sapere: Il software per il trasferimento e la gestione dei dati è scaricabile gratuitamente dal sito web arwmisure.it LINK (https://www.arwmisure.it/strumenti-di-misura/misurazioni-ambientali/fonometri/fonometro-integratore-classe-1-arw-1308)

Caratteristiche tecniche e funzioni del Fonometro classe 1 ARW-1308 di ARWMisure.

Iniziamo con illustrare il corpo dello strumento che si presenta in una forma molto compatta e leggera. Pratiche e utili gli inserti in gomma laterali che assicurano una presa sicura dello strumento. Meglio assicurarsi che non ci scivoli dalle mani e cada per terra, sarebbe un vero guaio!!

Nella parte superiore c’è il connettore per il collegamento del microfono e preamplificatore, mentre nella parte inferiore troviamo una serie di ingressi molto importanti, tra cui la connessione USB, il trigger esterno per il collegamento ad un comando remoto e l’ingresso per l’alimentazione esterna a rete, funzione molto utile nel caso di utilizzo prolungato.

Come possiamo vedere dall’immagine, lo strumento è dotato di una slot per l’inserimento di una micro SD-card dove vengono salvati tutti i dati memorizzati. Un sistema molto pratico che stanno utilizzando parecchi costruttori in alternativa alla capacità di memoria interna… questo per il fatto che offre dei vantaggi sia in termini di capacità che di fruibilità.

 

 

 

Nella parte posteriore dello strumento troviamo l’attacco standard per il cavalletto (treppiede) e il vano batterie, nello sportellino protetto da una chiusura di sicurezza, sono contenute alcune informazioni utili sulle normative a cui fa riferimento questo modello di fonometro

La parte frontale è composta dalla semplice e intuitiva tastiera e dal display di dimensioni non elevate ma nello stesso tempo in grado di fornire tutte le informazioni necessarie e anche di più!

Una volta acceso, avremo di fronte la schermata iniziale con la possibilità di scorrere tutte le varie schermate semplicemente agendo sulle freccette nella tastiera. Questa pratica funzione, presente nella maggior parte di questi strumenti, rende molto semplice la visione di tutti i parametri potendo scorrere avanti e indietro le diverse impostazioni di misura tenendo tutto sotto controllo senza la necessità di uscire e accedere a complicati menù di impostazione.

Nelle varie schermate possiamo trovare una sequenza di informazioni, alcune delle quali precedentemente impostate sulla funzione di menù dello strumento. Vediamolo nel dettaglio;

La prima schermata è rappresentata dalla visualizzazione dei 3 profili impostati che indicano il valore della pressione sonora relativo al parametro di misura desiderato. L’impostazione dei 3 profili va eseguita dal menu e la selezione va effettuata scegliendo il parametro (SPL, LEQ, Max, Min, Peak, SD, SEL), la frequenza di pesatura (A/C/Z) e la ponderazione temporale (FAST, SLOW, IMPULSE) indicati nella parte alta a sinistra del display. Per scorrere i 3 profili differenti è sufficiente agire sulle freccette ▼▲. Nella parte bassa, in carattere minuscolo vengono visualizzate le informazioni relative alla data, ora, il numero del file di memorizzazione e il tempo trascorso dall’avvio della registrazione, parametri senz’altro utili da tenere sotto controllo.

Per scorrere le schermate successive basta solamente agire sulle frecce destra e sinistra ◄►. Nella seconda avremo direttamente tutti e tre i profili rappresentati sulla stessa schermata, mentre in quella successiva verranno visualizzati i parametri statistici dei livelli percentili impostati di default e modificabili attraverso il Menu di settaggio.

La quarta schermata ci consente di visualizzare un grafico temporale collegato al profilo n°1, una funziona aggiuntiva più o meno utile per vedere l’andamento grafico, ogni qualvolta si preme il tasto ESC (freccia curva) si azzera il grafico.

Ora arriviamo alle due schermate più interessanti, la 5 e la 6, dove possiamo trovare in sequenza ben 14 parametri di misura del livello acustico. Qui possiamo veramente ottenere tutte le informazioni aggiuntive ce ci consentono di analizzare nel dettaglio la misurazione eseguita. Con questi parametri possiamo ottenere delle indicazioni ulteriori rispetto a quanto richiesto dal DL81 che possono essere utili a scoprire eventuali situazioni anomale.

Ora usciamo dalla normale funzionalità dello strumento per illustrare le informazioni aggiuntive che il fonometro ARW-1308 di Arwmisure è in grado di offrire. Nello specifico parliamo dell’analisi in frequenza in bande di ottava (di serie) e terzi di ottava (opzionale a richiesta). Certamente non è un parametro obbligatorio per la misurazione dell’impatto acustico in ambienti di lavoro, ma può offrire un valore aggiunto, come ad esempio, nella scelta dei DPI (dispositivi di protezione individuale) da adottare in caso di superamento del limite di esposizione.

Un valore aggiunto! Da sapere che questo modello di Fonometro ARWMisure offre la possibilità di eseguire delle analisi in frequenza fornendo uno spettro per bande di ottava in Tempo reale da 10 Hz a 16 kHz estendibile ai 1/3 di ottava fino a 20 KHz e non sottodimensionata come in alcuni strumenti fino a 12.5MHz. Questo permette di avere una valutazione più completa e, nel caso in cui ne avessimo la necessità, anche l’opportunità di eseguire, anche se in modo limitato, delle rilevazioni di impatto acustico ambientale (Legge 447 del 26/10/95, D.P.C.M. del 1/3/91, Decreto del 16/03/98, D.L. 194 19/08/2005 e Direttiva Europea 2002/49/CE.), dove viene richiesto specificatamente l’estensione fino a 20KHz.

Le schermate visualizzate in questa sezione sono 4, la prima rappresenta a livello grafico lo spettro delle frequenze, mentre la 2 e la 3 visualizzano i valori banda per banda con un valore limite preimpostabile utile ad indicare il superamento di una soglia specifica.

La quarta schermata visualizza 4 parametri statistici importanti per una valutazione complessiva dell’analisi spetrale in tempo reale eseguita

 

 

 

 

 

 

 

Illustrate le varie schermate e funzioni visualizzate a Display, andiamo ora a vedere cosa abbiamo sotto il cofano, ossia parliamo del menù di settaggio dello strumento che ci permette di impostare e organizzare tutti i dati visualizzati senza perdere tempo inutile durante la fase di rilevazione e misura. Una volta eseguita l’impostazione, salvo casi particolari, ci troveremo tutto perfettamente settato e pronto per le misure sul campo senza sprechi di tempo. Della serie: Accendi e misura!

L’accesso al menu è molto semplice e intuitivo grazie alla struttura semplificata della tastiera. Attraverso l’illustrazione nel video qui di seguito potrete vedere le varie opzioni e selezioni del Menù di settaggio

Cosa c’è da sapere di importante su questo Fonometro

  • Il prezzo, Decisamente interessante!!! Non dimentichiamo che si tratta di un Fonometro in classe 1 utilizzato per rilievi ufficiali nella misura dell’impatto acustico in ambienti di lavoro e Conforme alle normative IEC61672-1: 2013, ANSI S1.4-1983 e ANSI S1.43-1997
  • La presenza di serie dei filtri in banda di ottava con la possibilità di avere i 1/3 di ottava opzionali a richiesta. Qual è la cosa interessante!!! Il fatto che non necessitano di una installazione immediata ma possono essere richiesti anche in un secondo momento. La fornitura di un semplice codice permetterà di sbloccare la funzione senza perdita di tempo e denaro nell’inviare lo strumento alla casa madre per un Upgrade.
  • 3 Profili e 14 paramenti di misurazione. Tutto impostabile e personalizzabile a piacere secondo le proprie esigenze di misurazione
  • La visualizzazione della statistica e della cronologia temporale LN (10 livelli percentili)
  • Una statistica dati con 10 livelli percentili “LN” e la possibilità di vararne il valore di riferimento
  • Tutti i parametri acustici più importanti sotto controllo: Calcola SPL, LEQ, Max, Min, Peak, SD, SEL
  • La visualizzazione della statistica e della cronologia temporale LN (10 livelli percentili)

Tutte le specifiche tecniche le possiamo trovare direttamente in questo link

DIFETTI? Diciamo alcuni aspetti che possono essere migliorati

  • La custodia: visto la tipologia di strumento meriterebbe una valigetta leggermente più robusta in grado di supportare urti anche violenti. Meglio se con un grado di protezione all’acqua. Non si sa mai!!
  • La mancanza di alcune funzioni che potrebbero tornare utili per le valutazioni di impatto acustico ambientale, come ad esempio il reverbero. Da sottolineare comunque che questo strumento nasce per le valutazioni di impatto acustico in ambienti di lavoro (testo unico sulla sicurezza nel lavoro DL.81), dove queste funzioni aggiuntive non servono.

Ahh. Dimenticavo! Una cosa fondamentale: ogni strumento è fornito completo di un cavo interfaccia USB e il Software per la gestione e scarico dei dati è scaricabile gratuitamente direttamente da sito web (LINK SCARICO SOFTWARE) di scarico e gestione dati scaricabile direttamente

Date un’occhiata al video di spiegazione del software