Fattori di influenza nella misura di un rivestimento

Fattori di influenza nella misura di un rivestimento

Materiali e componenti sono spesso dotati di uno strato di rivestimento costituito da un materiale diverso. Indipendentemente dal motivo per cui sia stato applicato tale rivestimento, per esempio, protezione o decorazione, la misurazione dello spessore è una fase molto importante per determinare la qualità del prodotto finito. Articoli verniciati o dotati di un rivestimento sono ovunque e devono soddisfare degli importanti requisiti funzionali per non incorrere in problematiche che possono generare delle situazioni pericolose. Spesso ci capita di sentire le famose parole “Prevenire è meglio che curare” e, anche in questo campo di applicazione trovano un ruolo importante. Eseguire dei controlli accurati sullo spessore e su altri fattori nei processi di verniciatura o applicazioni di strati di rivestimento protettivo significa spesso evitare problematiche di corrosione o difetti che possono generare situazioni spiacevoli con dispendio di tempo e risorse, senza considerare eventuali danni o pericoli che possono essere causati da questi inconvenienti. Per questa applicazione è necessario dotarsi di particolari strumenti “Spessimetri per rivestimenti” e fare attenzione ad alcuni accorgimenti importanti

Quali fattori possono influenzare la misura di uno strato di rivestimento?

a) Le proprietà magnetiche del metallo del substrato

Nella modalità di misura “F” (magnetica), lo spessore del substrato metallico abbinato ad altre variabili può cambiare l’influenza magnetica andando ad inficiare sulla misurazione tra differenti materiali e spessori. In pratica, i cambiamenti magnetici dell’acciaio a basso tenore di carbonio possono essere considerati lievi, ma! al fine di evitare l’influenza tra differenti materiali, spessori  e in svariati casi da trattamenti termici e  fattori di lavorazione a freddo, si consiglia di utilizzare per la calibrazione dello strumento dei campioni di Substrato delle stesse dimensioni e natura del materiale di base misurato.

 

b) Le proprietà delle correnti parassite del metallo del substrato

Anche nel metodo “N” (Amagnetico) per la misura dei rivestimenti su substrati non ferrosi, le proprietà delle correnti parassite, di fatto possono influenzare la conduttività del metallo e la matrice in relazione alla composizione del materiale e al metodo di trattamento termico. Perciò, si consiglia di utilizzare per la calibrazione dello strumento dei campioni di Substrato della stessa natura del materiale di base misurato.

Continua a leggere per capire meglio il funzionamento dei sensori  misura…

 

 

c) Spessore del metallo di base

Ogni tipo di misuratore di spessore del rivestimento ha uno spessore minimo del substrato metallico da rispettare per ottenere una precisione accettabile. Questo spessore minimo è differente in funzione del principio di misurazione adottato  F/NF (per materiali ferrosi o non ferrosi) e si consiglia di seguire sempre le indicazioni presenti sulle caratteristiche tecniche dello strumento utilizzato

 

d) Effetto bordo

Per effetto del principio di misura e del campo magnetico generato sul substrato misurato, le misurazioni in prossimità del bordo della superficie misurata può causare degli scostamenti sul risultato. In questi casi, per evitare tali conseguenze, è opportuno eseguire la misurazione lontano dai bordi di qualche millimetro, oppure, dove non è possibile, in alternativa effettuare la calibrazione zero e lamina nelle stesse condizioni della misurazione per non incidere in modo negativo sulla precisione dello strumento.

 

e) Effetto Curvatura

Il raggio di curvature degli oggetti di cui si deve misurare lo spessore del rivestimento può influenzare il grado di precisione della lettura. Si raccomanda di eseguire la calibrazione del punto zero e dello spessore di riferimento campione ( lamina calibrata) nelle stesse condizioni della misurazione. Una variazione accentuata del raggio di curvatura potrebbe compromettere la precisione dello strumento.

 

 

f) Deformazione del provino

In caso di misurazione di rivestimenti di materiale molto tenero, fare attenzione alla pressione della sonda che potrebbe deformare la superficie e rendere inaffidabile la misurazione a causa della penetrazione del sensore sul rivestimento. In questi casi, per ovviare a questo inconveniente, si consiglia di interporre una lamina di materiale plastico di cui si conosce il valore tra la sonda e il rivestimento (si può utilizzare anche uno degli spessori di riferimento campione presenti nella fornitura) cosi da eliminare l’effetto di flessione del rivestimento. Chiaro che nel risultato della misura dovrà essere sottratto il valore relativo allo spessore della lamina calibrata utilizzata.

 

g) Rugosità superficiale

La finitura del metallo del substrato e la rugosità superficiale del rivestimento hanno influenza decisamente importante sulla misurazione. La superficie ruvida causerà errori di sistema ed errori casuali, si consiglia di effettuare un elevato numero di misurazioni in diversi punti per mediare l’errore attraverso la statistica dati presente su numerosi spessimetri per rivestimento ricavando il valore medio. Fondamentale anche effettuare l’azzeramento sul substrato non rivestito del campione da misurare, se questo non è possibile cercare una superficie con un grado di rugosità analogo su cui effettuare il punto zero. Nei casi più accentuati, è opportuno eseguire la misurazione del livello di rugosità sul substrato privo di rivestimento avvalendosi di appositi strumenti “Rugosimetri” e utilizzare il valore ricavato come valore di “offset” sulle misurazione dello spessore del rivestimento.

 

 

h) Campo magnetico

Dei campi magnetici elevati possono influire seriamente nella misurazione creando dei disturbi e falsando le letture. Queste situazioni, inoltre, possono recare anche dei danni alla sonda di misura per effetto della magnetizzazione, perciò è opportuno, dove si ha il presentimento di operare in tali condizioni dovute a lavorazioni meccaniche del materiale di base o a processi galvanici elettrolitici, effettuare delle verifiche preliminari attraverso l’impiego di un “Gaussmetro” per stabilire l’entità del campo magnetico presente e, in caso di necessità, procedere con la demagnetizzazione del pezzo.

Fare attenzione ai processi di galvanica con modalità elettrolitica, in questi casi il campo magnetico elevato può danneggiare la sonda, si consiglia di affidarsi solamente a strumenti che utilizzano sonde schermate.

Nota: Questo punto vale solamente per le sonde “Fe” con principio di misura a induzione magnetica

 

i) Materiale adesivo “incollante”

Prima di appoggiare la sonda su una rivestimento da misurare, assicuratevi sempre che tale materiale di rivestimento non abbia un effetto adesivo incollante. La misurazione su una superficie adesiva, oltre a falsare la lettura, potrebbe anche danneggiare la sonda di misura. Rimuovere lo strato adesivo prima di eseguire le misurazioni.

 

l) Pressione esercitata sulla sonda

Tutte le sonde di misura dovrebbero essere dotate di un sistema di scorrimento con una molla per garantire un appoggio preciso con una pressione costante. Nel caso di utilizzo di sensori privi di tale sistema, si raccomanda di fare attenzione alla pressione esercitata durante l’appoggio cercando di mantenere una impugnatura corretta e una pressione leggera e costante ad ogni appoggio per evitare errori di misura.

 

m) Direzionalità della sonda

Durante la misura è importante mantenere la sonda verticalmente rispetto alla superficie del campione senza vibrazioni o oscillazioni che potrebbero falsare la lettura. Generalmente, in tutti i sensori, è presente un piedino di appoggio e aiuta a mantenere la sonda stabile e perpendicolare alla superficie

 

 

n) Pulizia della superficie

Fattore di influenza determinante! Prima della misurazione, è fondamentale rimuovere eventuali impurità dalla superficie del rivestimento o del substrato in caso di azzeramento, come polvere, grasso e prodotti corrosivi. Fare attenzione a non utilizzare prodotti aggressivi che potrebbero andare a rimuovere parte del rivestimento.

 

Se invece desideri ulteriori informazioni su ARW Misure e sui nostri prodotti, non esitare a contattarci, riceverai pronta risposta da uno dei nostri esperti!

    Acconsento al Trattamento della Privacy*