Cosa sapere sui Test Di Adesione per rivestimenti

Cosa sapere sui Test Di Adesione per rivestimenti

La misura del grado di adesione di un rivestimento rappresenta uno dei fattori molto importanti per garantire la durata e resistenza del rivestimento, sia esso protettivo che di abbellimento. Inoltre nel caso di rivestimenti con funzione di isolamento o protezione, è obbligatorio effettuare il test di adesione per garantire una efficace protezione contro la corrosione. In questo articolo cercheremo di dare delle risposte a delle domande frequenti relative a due metodi molto conosciuti nel campo dei test di adesione per rivestimenti e nello specifico il Quadrettatore “Cross Hatch Adesion Tester” e il Test a strappo “Pull Off Adesion Tester”

FAQ, Domande e risposte sui Test di adesione per rivestimenti

Norma ISO 2409, a quale Test di adesione Corrisponde?

Questa specifica norma si riferisce al test di adesione “Cross Hatch Adesion Tester” chiamato più comunemente Quadrettatore per la tipologia di test che consiste nel creare una quadrettatura nella superficie del rivestimento

Norma ISO 4624, a quale test di adesione corrisponde?

Si tratta della prova di adesione a strappo  “Pull Off Adesion Tester”, Un sistema che permette di verificare il grado di adesione di un rivestimento con metodo a strappo applicato su qualsiasi tipo di substrato metallico e non metallico.

Qual è il test di adesione per rivestimenti più semplice da eseguire?

Sia li “Cross Hatch” che il “Pull-Off” sono semplici da eseguire, se vogliamo definire il metodo più veloce è quello della Quadrettatura visto e considerato che non necessita di tempio di attesa per l’incollaggio di una piattaforma (Dolly), ma solamente una fase operativa di creazione di un reticolo composto da più quadratini della stessa misura facendo una semplice operazione di trascinamento a croce del blocco lame. In ogni caso, la scelta non deve basarsi sulla velocità o semplicità di esecuzione, ma sulle proprie specifiche ed esigenze di valutazione facendo riferimento alle rispettive norme ISO.

Che differenza c’è tra il metodo della Quadrettatura e quello a strappo (Pull-Off)?

Innanzitutto la normativa di riferimento a cui si riferiscono, ISO 2409 per il test di Quadrettatura e ISO 4624 per il test a Strappo, perciò la scelta non va fatta casualmente ma seguendo le propie specifiche di riferimento. In mancanza di tali informazioni possiamo basare la scelta in funzione a delle caratteristiche funzionali e tecniche delle due differenti prove:

  • Lo spessore del rivestimento. Teniamo presente che il metodo “Cross Hatch adesione tester” offre tre tipologie di blocco lame, 1/2/3 mm di spazio lame ed è indicato fino ad un massimo di 250 micron, perciò per spessori maggiori è opportuno affidarsi al test di adesione a strappo “Pull-Off”
  • Tutti e due sono metodi invasivi e distruttivi, perciò uno dei criteri di scelta potrebbe basarsi sulla semplicità e velocità di svolgimento della prova. In questo frangente il metodo della Quadrettatura risulta chiaramente più veloce e semplice da eseguire in quando non è necessario eseguire l’incollaggio del Dolly, è sufficiente effettuare un taglio a croce sulla superficie del rivestimento.
  • Nel metodo a strappo “Pull Off” il risultato che otteniamo offre per molti versi una più semplice interpretazione in quanto non è solamente visivo ma anche oggettivo visto che si ottiene il dato preciso della forza (pressione) con cui viene strappato il rivestimento.
  • Il costo potrebbe essere un deterrente importante, in questo caso il metodo della quadrettatura offre decisamente un vantaggio importante rispetto al metodo “Pull Off”.
  • La rugosità superficiale del substrato; in caso di elevato grado di rugosità superficiale del materiale di base è chiaramente più indicato il metodo Pull Off , considerato che non si tratta di un sistema a trascinamento che scalfisce il rivestimento e di conseguenza è meno influenzato dall’eccessiva rugosità del substrato.
  • Nel caso di test di adesione rivestimento eseguiti su materiali particolari non metallici come legno, cemento, è più opportuno optare per il sistema Pull Off in quanto il metodo della quadrettatura troverebbe in molti casi delle difficoltà oggettive lacerando e sbrindellando la superficie e di conseguenza rendendo di difficile interpretazione il risultato. Attenzione! Nel metodo a strappo, per queste applicazioni è previsto l’utilizzo di speciali Dolly “piattaforme” di diametro 50mm secondo quanto prescritto dalla norma ISO 4624, anziché 20 mm standard utilizzate per i metalli

 

 

C’è un metodo alternativo non distruttivo per la misura dell’adesione di un rivestimento?

No, ma c’è una soluzione che può essere impiegata per ovviare a questo inconveniente, ossia l’utilizzo di un pezzo campione di dimensioni sufficienti per eseguire il test che abbia le stesse caratteristiche di materiale e finitura superficiale dei pezzi da testare, inserirlo direttamente nel processo di applicazione del rivestimento e utilizzarlo successivamente per effettuare la prova di adesione.

Come si effettua la prova di Quadrettatura e con quali accorgimenti?

  • Selezionare il blocco lame adeguato allo spessore del rivestimento da testare secondo specifiche ISO 2409
    • 1 mm per rivestimenti da 0 a 60 micron
    • 2 mm per rivestimenti da 60 a 120 micron
    • 1 mm per rivestimenti da 120 a 250 micron
  • Assicurarsi di avere una superficie piana di dimensioni sufficienti per l’esecuzione del test, circa 10 x 10cm
  • Eseguire la trazione del blocco lame in modo progressivo ed omogeneo, in caso contrario si rischia di strappare il rivestimento e falsare il risultato. Impugnare il manico in modo forte e sicuro e applicare la pressione progressivamente durante la trazione in modo che le lame penetrino gradualmente sul rivestimento.
  • Spazzolare bene la superficie prima di applicare il nastro adesivo per lo strappo
  • Utilizzare la lente di ingrandimento per osservare la parte di rivestimento sollevata e confrontarla con la tabella di riferimento della norma ISO 2409 per valutare il grado di adesione

 

 

Come si effettua la prova di adesione a strappo Pull Off e con quali accorgimenti?

  • Assicurarsi di avere a disposizione uno spazio piano sufficiente per incollare il Dolly e appoggiare la piattaforma per la trazione, circa 40mm di diametro
  • Pulire bene la superficie oggetto della misura per garantire la perfetta adesione del Dolly, assicurarsi che sia piana e priva di sporgenze che potrebbero causare una inclinazione della piattaforma “Dolly” che deve essere perpendicolare alla superficie.
  • Per l’incollaggio utilizzare adesivi ad alto coefficiente di adesione, resine bicomponenti analoghe o identiche a quelle in dotazione rispettando i tempi di reazione.
  • Isolare la parte di rivestimento interessata utilizzando il seghetto circolare in dotazione del diametro identico alla piattaforma utilizzata.
  • Agganciare il Dolly con l’apposito sistema di ancoraggio e procedere con il test azionando il dispositivo pneumatico di trazione, il risultato verrà visualizzato direttamente a display.

 

 

La pulizia della superficie può influire nella misura?                

Dipende dal test eseguito, nel caso del “Cross Hatch” Quadrettatore la pulizia accurata della superficie non è indispensabile, mentre per il “Pull Off Adesione tester” Si, in quanto per garantire un incollaggio adeguato del Dolly è necessario che la superficie del rivestimento sia perfettamente pulita e prima di impurità, polvere, olio, grasso o altro che potrebbe influire negativamente sul grado di adesione.

A cosa serve la lente, il nastro adesivo e la spazzola inserite nel kit del Quadrettatore?

Una volta eseguito il test con la creazione del reticolo composto da una serie di quadratini con dimensione legata al modello selezionato, è necessario procedere con l’utilizzo della spazzola per eliminare la parte del rivestimento sollevata e successivamente, dopo aver eseguito lo strappo con il nastro adesivo, viene effettuato il controllo visivo con la lente per individuare il numero di quadratini sollevati completamente o parzialmente e determinare il grado di adesione secondo tabella ISO 2409.

 

 

Per rivestimenti su legno e cemento, che test di adesione devo utilizzare?

Sostanzialmente, sia il Quadrettatore che il Pull-Off possono essere utilizzai per la misura del grado di adesione di un rivestimento su legno e cemento, l’importante è fare riferimento alle specifiche che ci vengono imposte riferite alla normativa o al metodo richiesto. In mancanza di specifici riferimenti a metodo o normativa è consigliato utilizzare il Pull-Off per una semplice considerazione, il fatto che in questi casi il grado di adesione è molto più basso rispetto ai rivestimenti su substrati metallici e con l’impiego del Quadrettatore si rischia di strappare e ottenere risultati poco attendibili, mentre con il sistema “Pull-Off”, utilizzando le apposite piattaforme ( Dolly” di diametro maggiore, 50mm) secondo specifica, questo non accade e la lettura avviene in modo più affidabile e preciso.

Posso sostituire il blocco lame sul Quadrettatore?

Si, quasi tutti i Quadrettatori sono dotati di un sistema che permette di smontare e sostituire agevolmente il blocco lame. Teniamo presente però che questo componente è la parte principale dello strumento e di conseguenza rappresenta più del 50% del valore, perciò in alcuni casi, dove abbiamo necessità di avere a disposizione differenti campi di misura per coprire in range di utilizzo, meglio prendere il set completo anziché il solo blocco lame aggiuntivo.

Quando devo sostituire il blocco lame del Quadrettatore?

Non c’è un numero massimo di test che viene indicato per la sostituzione del blocco lame perché dipende dal tipo di rivestimento e dal substrato. Ossia, dalla durezza del materiale di base e del rivestimento che può influire sull’usura dei taglienti. Per verificare questo parametro è sufficiente eseguire una ispezione visiva attraverso l’utilizzo di un microscopio o una lente di ingrandimento per identificare lo stato di usura dei taglienti.

Posso utilizzare qualsiasi adesivo per incollare i Dolly?

No, si raccomanda di utilizzare l’adesivo bicomponente presente nella confezione e richiedere eventuali ricambi al proprio fornitore. In assenza di alternative, meglio utilizzare sempre degli incollanti bicomponenti ad alto coefficiente di adesione simili alla versione in dotazione rivolgendosi a rivenditori specializzati.

I Dolly “piattaforme” della versione Pull-Off devono essere sostituiti ad ogni misurazione?

No, la sostituzione ad ogni misurazione comporterebbe uno spreco eccessivo. Dopo ogni misurazione è sufficiente togliere con le dovute precauzioni il rivestimento rimasto attaccato al Dolly facendo attenzione a non asportare o rovinare parte della superficie. Se questo accadesse è necessario ripristinare la planarità e le condizioni della superficie del dolly utilizzando degli appositi strumenti abrasivi. La planarità è un fattore molto importante che garantisce la completa adesione del dolly sulla superficie durante l’incollaggio. Chiaramente, dopo diverse applicazioni e la costatazione di una effettiva usura, è opportuno procedere alla sostituzione e all’acquisto di nuovi Dolly rivolgendosi al proprio fornitore.

 

 

Ci sono diversi diametri di piattaforme “Dolly” e che differenza c’è?
Si, ci sono differenti diametri che consentono di effettuare il test di adesione a strappo su differenti superficie e materiali di base e più precisamente si suddividono in 4 diametri (10mm , 14mm, 20mm, 50mm) dove il diametro di 20 mm rappresenta la versione standard in dotazione e quella più comunemente utilizzata per i rivestimenti su substrati metallici. Le versioni da 10 e 14 mm sono utilizzate raramente e solamente nei casi di elevato coefficiente di adesione o nei casi in cui ci siano delle difficoltà di ancoraggio dovute a superfici irregolari o di ridotte dimensioni. La versione de Dolly da 50mm trovano applicazione esclusivamente su bassi livelli di adesione e specialmente nella misura effettuata su substrati di legno o cemento. Cosa importante! Nella scelta del diametro dei dolly si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle specifiche ISO 4624 e alle esigenze applicative richieste e non in base alla propria interpretazione.

 

Se invece desideri ulteriori informazioni su ARW Misure e sui nostri prodotti, non esitare a contattarci, riceverai pronta risposta da uno dei nostri esperti!

Acconsento al Trattamento della Privacy*