Come monitorare l’inquinamento radioattivo?

radioattività-inquinamento radioattivo-tre tipologie di radiazioni-come si misura la radioattività-misuratore di radioattività

Come monitorare l’inquinamento radioattivo?

La contaminazione radioattiva può essere definita come un rilascio di sostanze radioattive o di particelle di alta energia nell’aria, nell’acqua o nel terreno.

Tale contaminazione rappresenta un pericolo a causa del decadimento radioattivo dei contaminanti che emettono radiazioni ionizzanti nocive

La radioattività può essere di origine naturale, ad es. provenire dal terreno, nelle rocce oppure di origine cosmica ma può essere allo stesso tempo prodotta artificialmente (Es. centrali nucleari, armi atomiche).

Esistono tre tipi di radiazioni:

  1. Le radiazioni alfa

È una forma di radiazione corpuscolare altamente ionizzante (capace di strappare elettroni agli atomi) e con un basso potere di penetrazione. Solitamente vengono emesse dai nuclei radioattivi degli elementi pesanti, per esempio dagli isotopi dell’uranio, del torio, del radio. I raggi alfa, a causa della loro carica elettrica, interagiscono fortemente con la materia e quindi possono viaggiare solo per pochi centimetri nell’aria. Le particelle alfa (anche se molto ionizzanti) non possono superare strati di materia superiori a un foglio di carta. Possono essere assorbite dagli strati più esterni della pelle umana e così generalmente non sono pericolose per la vita a meno che la sorgente che le emette non venga inalata o ingerita.

  1. Le radiazioni beta

Questo tipo di contaminazioni sono una forma di radiazione ionizzante emessa da alcune tipologie di nuclei radioattivi (es. il cobalto-60). Questa tipologia assume la forma di elettroni o positroni ad alta energia, espulsi da un nucleo atomico. Infatti l’interazione delle particelle beta con la materia genera un raggio dieci volte superiore rispetto a quelle delle particelle alfa. Nonostante questo vengono bloccate completamente da pochi millimetri di alluminio.

  1. Le radiazioni gamma

L’ultima tipologia di contaminazione risulta la peggiore, poiché i raggi gamma sono una forma di radiazione elettromagnetica prodotta dalla radioattività o da altri processi nucleari o subatomici. I raggi gamma sono più penetranti sia della radiazione alfa sia di quella beta, ma sono meno ionizzanti.

Per ridurre del 50% l’intensità di un raggio gamma occorrono 1 cm di piombo, 6 cm di cemento o 9 cm di materiale pressato.

Nonostante essi siano meno ionizzanti, occorrono misure più complesse per proteggere gli esseri umani, producendo effetti simili a quelli dei raggi X, come ustioni, forme di cancro e mutazioni genetiche.

 

tre tipologie di radiazioni-radiazioni alfa-radiazioni beta-radiazioni gamma-misurare la radioattività

 

Settori di applicazione della radioattività

 

Numerose sono le applicazioni che implicano l’utilizzo dell’inquinamento radioattivo, ma quali sono quelle più significative?

Le applicazioni più importanti riguardano la misurazione di eventuali condizioni ambientali rischiose come per esempio l’inquinamento da radiazioni nucleari, nel controllo delle contaminazioni del suolo, negli impianti farmaceutici, laboratori, centrali elettriche, cave, impianti di lavorazione del metallo, giacimenti di petrolio e oleodotti, discariche nella tutela dell’ambiente, dell’acqua, dei materiali da costruzione, delle pietre, nel campo della raccolta di rifiuti e rottami metallici, nel campo medico per il controllo dei raggi-X.

Qual è un campo di applicazione molto proficuo per le radiazioni?

Lo studio e la protezione dell’ambiente! Poichè l’uso dei traccianti radioattivi consente di monitorare la dispersione e la diffusione degli inquinanti.

Unendo ai combustibili piccole quantità di traccianti è possibile verificare l’efficienza dei sistemi di captazione delle ceneri e di depurazione dei fiumi. Le radiazioni trovano ulteriore impiego nella sterilizzazione dei fanghi di risulta degli impianti di depurazione.

Inoltre! L’uso dei traccianti permette di studiare la mappatura delle falde acquifere e delle risorse idriche sotterranee, di analizzare e misurare l’aumento dei sedimenti sul fondo marino di seguire il corso delle correnti oceaniche e atmosferiche e di misurare il tasso di accumulo dei ghiacci nelle calotte polari.

 

Come si misura la radioattività?

Hans Geiger, fisico tedesco sviluppo agli inizi del 900 il primo dispositivo in grado di misurare la radioattività. L’apparecchiatura da lui creata, costituita inizialmente da un tubo riempito di gas e attraversato da un filo ad alto potenziale elettrico, sfruttava la ionizzazione del gas prodotta dal passaggio delle particelle alfa; la breve corrente che si instaurava veniva misurata da un elettrometro collegato al filo.

Tale strumentazione venne perfezionata nei decenni successivi e ancora oggi è uno strumento insostituibile per misurare la radioattività!

 

Lo strumento per monitorare l’inquinamento radioattivo

 

Le radiazioni sono considerate un fenomeno molto temuto e capire e valutare la loro pericolosità è una necessità sempre più sentita. Per questo motivo ARW Misure propone il misuratore di radioattività geiger Muller o ray-detector ARW-9501, uno strumento che permette di determinare il livello di radioattività negli ambienti o su oggetti e persone.

I vantaggi!

  • Un efficiente misurazione! Grazie ad un selettore rotante permette di effettuare una discriminazione nella misurazione di radiazioni Alpha “Α”, Beta “β”, Gamma “γ” e raggi “X-ray”.
  • Ottima visibilità! La dotazione di un ampio display LCD cristalli liquidi ad alta definizione con retroilluminazione consentirà una perfetta visibilità anche in ambienti con poca illuminazione.
  • Estremamente resistente! L’ ARW-9501 è dotato di una impugnatura ergonomica che offre una buona maneggevolezza e semplicità di utilizzo.
  • Vasta capacità di memoria! Il misuratore di radioattività ARW può conservare direttamente 4000 serie di dati e poi trasferirli ad un PC. Nessuna necessità di annotare manualmente. Durante la sostituzione della batteria i dati che si trovano nella memoria del rilevatore permangono, purché la sostituzione avvenga entro un minuto.

 

misuratore di radioattività-geiger Muller o ray-detector-ARW-9501-determinare il livello di radioattività

 

Se invece desideri ulteriori informazioni su ARW Misure e sui nostri prodotti, non esitare a contattarci, riceverai pronta risposta da uno dei nostri esperti!

    Acconsento al Trattamento della Privacy*