Perché è importate l’analisi del comfort microclima

Perché è importate l’analisi del comfort microclima

Abbiamo parlato di impianti di climatizzazione, condizionamento e riscaldamento e della misurazione dei diversi parametri utili a chi effettua istallazione, collaudo e manutenzione di tali impianti.  In questo articolo vedremo una strumentazione non indispensabile ma strettamente collegata al risultato finale, ossia il confort all’interno degli ambienti industriali, pubblici e privati. Nello specifico parleremo dell’analisi del comfort microclima.

 

Per questa particolare valutazione viene impiegata una “Centralina Microclima”, una apparecchiatura dotata di diverse sonde per misurazioni di differenti parametri in contemporanea. Sappiamo tutti quanto le condizioni ambientali possano influenzare lo stato di salute e rendimento delle persone fisiche e, a tale proposito, sono stati fissati dei parametri di valutazione contenuti all’interno del D.Lgs 81/2008 e nello specifico le norme ISO-7730 (Confort microclima). Parliamo di WBGT (Wet Bulb Globe Temperatura) PMV (“Predicted Mean Vote”, Punto medio previsto) e PPD (Predicted Percentage of Dissatisfied” percentuale di insoddisfatti), si tratta di indici di valutazione che tengono conto di parametri microclimatici ambientali (“Ta” temperatura ambiente, “Tr” temperatura radiante,” Va” velocità dell’aria, “RH” Umidità ambiente), del dispendio energetico (dispendio metabolico MET, Metabolic Equivalent Task) collegato alla tipologia di attività lavorativa e dell’abbigliamento utilizzato.

Nella tabella seguente vediamo come vengono analizzati questi parametri per ottenere una corretta valutazione dell’ambiente termico

 

La norma ISO 7730 suggerisce dei valori di PMV ottimali compresi tra + 0,5 e – 0,5, per lo stato di comfort, con una percentuale di insoddisfatti (PPD) inferiore al 10% (vedi tabella seguente).

Un argomento complesso, ma non così tanto: l’analisi del comfort microclimatico

Oggi esistono sul mercato delle apparecchiature in grado di effettuare le misurazioni e il calcolo dei relativi parametri in ambienti moderati (che copre il 90% delle situazioni) con semplici passaggi e cosa ancor più interessante, dotate di software specifico per la valutazione e stesura della relazione senza particolari complicanze o perdite di tempo. Se poi consideriamo che possiamo farlo anche con una spesa di poco superiore ai 2000 euro il tutto diventa ancora più interessante.

Inoltre la cosa avvincente di questo servizio è che attualmente lo fanno in pochi e lo spazio è notevole per assicurarsi una fetta di mercato garantita, specie per il futuro dove le restrizioni sulla sicurezza aumenteranno e i parametri climatici saranno frutto di una sempre maggiore considerazione. Perciò questa tipologia di consulenza rappresenta un valore aggiunto che, se sviluppato per tempo, potrà offrire ottimi margini di guadagno grazie alla scarsità dell’offerta e all’aumento della domanda.

Qual è la strumentazione giusta per l’analisi del comfort microclimatico?

Partiamo da una riflessione per chiarire la propria posizione in merito al mercato a cui i rivolgiamo, ossia se si tratta di valutazioni all’interno di ambienti lavorativi a microclima moderato, quali diverse tipologie di aziende, abitazioni, scuole, uffici, laboratori di ricerca, ospedali, ecc. In questo caso possiamo orientarci verso una Centralina Microclima compatta in grado di assolvere a pieno le nostre esigenze.

Importante la scelta delle sonde necessarie per effettuare il calcolo dei paramento WBGT, PMV, PPD:    

  • Sonda di temperatura
  • Sonda di temperatura irradiata, Globo termometro
  • Sonda a bulbo umido a ventilazione naturale
  • Sonda combinata temperatura e umidità relativa ambiente
  • Sonda a filo caldo omnidirezionale per la velocità dell’aria

Accorgimento Fondamentale la funzione di calcolo diretto degli indici di valutazione e la presenza di un software dedicato per la gestione dei dati e la realizzazione della relazione.

 

Oltre alla centralina microclima per la misura del confort microclimatico in ambienti lavorativi, ARW propone una vasta gamma di strumenti di misura indispensabili per chi si occupa di manutenzione: scopri nei nostri articoli tutto ciò che c’è da sapere!

Come migliorare l’efficienza di un impianto HVAC

L’anemometro, strumento indispensabile per controllo e collaudo di impianti HVAC

Come si misura la portata di un diffusore dell’aria? Il Balometro

Misurare le polveri sottili! PM10 e PM2.5

Il più piccolo misuratore di polveri sottili ARW-96B

Il Videoendoscopio in versione tascabile ARW-5500

Il portale al servizio del sistema qualità: Arwcertificazioni

 

Stai cercando un fornitore affidabile per i tuoi strumenti su misura? Sei nel posto giusto: vai nel nostro shop e scopri la qualità dei prodotti ARW Misure e la celerità del nostro servizio!

 

 

Se invece desideri ulteriori informazioni su ARW Misure e sui nostri prodotti, non esitare a contattarci, riceverai pronta risposta da uno dei nostri esperti!

Acconsento al Trattamento della Privacy*