Ray-Detector ARW-9501

Ray-Detector ARW-9501

Il “Rilevatore di Radioattività” o “Contatore Geiger” possiamo definirlo uno strumento indispensabile per alcune situazioni, ma anche utile per un utilizzo comune.

 

 

Modello ARW-9501

A prima vista, si tratta di uno strumento semplice che sfrutta la tecnologia del tubo di Geiger-Müller per rilevare le particelle ionizzanti con la funzione di contare il numero di particelle che lo attraversano in un certo intervallo di tempo, da qui la definizione di “Contatore Geiger”

Struttura

L’impugnatura è molto curata ed ergonomica con una struttura rotondeggiante e delle parti in gomma antiscivolo. Questo favorisce notevolmente la presa e consente, con una sola mano, di agire anche sulla tastiera utilizzando agevolmente il pollice. I tasti sono in gomma e raggruppati con una buona sensibilità al tatto. Il Display, di ampie dimensioni, si presenta bene ed è dotato di una retro illuminazione comoda nel caso di utilizzo in una zona di scarsa illuminazione.

Un limite possiamo riscontrarlo sulla tipologia a cristalli liquidi che non facilita la visione nitida da tutte le angolazioni. La funzione di retroilluminazione sopperisce in parte a questo inconveniente.

Arriviamo al funzionamento

Questo strumento è in grado di rilevare radiazioni α, β,γ e raggi X, ma non solo. Possiamo misurare anche gli impulsi ogni secondo oppure ogni minuto, aspetto interessante per una rilevazione della dose di radiazione accumulata in un momento specifico (in qualità di dosimetro). I tasti sono ben fatti e completi di descrizione per rendere intuitiva la scelta mentre il display grafico fornisce tutte le informazioni sulla modalità impostata su diversi livelli in un’unica schermata.

Descrizione del pannello frontale e della tastiera

  1. Apertura alloggiamento sensore (GM tubo contatore Geiger)
  2. Indicazione modalità di misura selezionata, raggi γ, β + γ, α + β + γ selezionabili a rotazione (sinistra e destra)
  3. Ampio display LCD con retroilluminazione
  4. Pulsante SETUP (impostazione data, ora, valore di allarme, funzioni varie, )
  5. Tasto di memorizzazione e freccia di scorrimento e impostazione valore (UP)
  6. Interruttore di accensione e tasto di retroilluminazione display (se abilitato da menù)
  7. Tasto commutazione unità di misura SV/h e R/h
  8. Tasto di conferma “ENTER”
  9. Tasto ESC (in qualsiasi funzione o stato, premere questo tasto per uscire dall’impostazione)
  10. Tasto indicazione consumo batterie e freccia di scorrimento e impostazione valore (Down)
  11. Tasto di attivazione e impostazione tempo di registrazione con accumulo
  12. CPS, CPM, tasto selezione e commutazione sistema di conteggio (impulsi sec./min.)

Accendi e misura

Le fasi di misurazione e settaggio dello strumento sono particolarmente semplici. Effettuata l’accensione con il tasto centrale che funge anche da attivazione della retroilluminazione, lo strumento, dopo qualche secondo, è già pronto per la misurazione. A questo punto si può procedere nella selezione dell’unità di misura desiderata agendo sui tasti di commutazione scorrendo le varie scelte possibili (SV/h, R/h, μSV/h, CPS, CPM). Posso dirti che l’unità di misurazione più diffusa sono i microsievert (μSV/h) che viene automaticamente convertita in mSv o Sv in funzione dell’incremento nella rilevazione effettuata.

Settaggio impostazioni

Vediamo nel dettaglio il menu relativo al settaggio delle varie impostazioni, premetto che si tratta di poche operazioni raccolte in un unico passaggio che richiede poco tempo di intervento. Attraverso la pressione del tasto “setup” puoi accedere alla schermata di impostazione, verranno raffigurate una serie di icone : Data, ora, attivazione segnale acustico e retroilluminazione, tempo di campionamento e trasmissione dati Bluetooth. Per la selezione e l’impostazione dei vari valori è sufficiente agire sui tasti indicati (vedi parte relativa alla descrizione della tastiera). Tieni presente che, se non effettui nessuna scelta, dopo circa 1 minuto il display ritornerà automaticamente nella funzione di misura .

  •  Formato data: anno, mese, giorno
  • Formato ora: ore, minuti, secondi
  • Soglia di allarme: 1-999μSv/h, valore di default 205μSv/h
  • Attivazione segnale sonoro e retroilluminazione display: ON / OFF
  • Impostazione del tempo di campionamento per la misura della radiazione media: Consiste nell’impostazione del tempo di reazione ed elaborazione dello strumento nella misura della sorgente radioattiva che può essere impostato da 8s a 120s.
  • Bluetooth trasmissione dei dati: “ON” e “OFF”.

 

Molto interessante la gestione dei dati offerta con connessione Bluetooth

Questo strumento è dotato di un sistema memorizzazione interna. Da segnalare una funzione innovativa di trasmissione dei dati Bluetooth senza cosi dover utilizzare cavi di collegamento ingombranti e poco pratici. E’ sufficiente essere in possesso di un PC con Funzione “Bluetooth”, caricare il software e creare la connessione con visualizzazione in tempo reale della schermata dello strumento. Attraverso dei comandi semplici possiamo trasferire tutti i dati memorizzati nel nostro computer.

Informazione Utile

Questo articolo è dotato di un Selettore a rotazione per la scelta della modalità di misura in grado di effettuare una selezione mirata. “Direi una opzione importante per una misurazione selettiva che non si trova in altri modelli di questa fascia”.

In pratica, basta ruotare la testa dello strumento e posizionarla sulla modalità prescelta. Il sistema su cui si basa questa applicazione è molto semplice, un filtro di diverso materiale e diverso spessore rende possibile il blocco delle differenti particelle radioattive.

Particelle ALFA  = penetrazione molto limitata nell’aria, un semplice foglio di carta blocca le radiazioni

Particelle BETA = penetrazione limitata. Percorrono qualche metro nell’aria. Un foglio di alluminio di alucni millimetri è sufficiente a fermarle.

Particelle GAMMA = penetrazione molto elevata. In funzione dell’energia possono arrivare a centinaia di metri dal luogo di origine. Alcuni centimetri di piombo permettono di schermarle.

 

 

Alcuni esempi di applicazione

Questo strumento può essere ampiamente usato nel settore farmaceutico, nei laboratori di analisi, nella sicurezza nel settore industriale, pubblico e civile, non che per la tutela dell’ambiente

  • Contaminazione dei terreni, acque sotterranee
  • Radioattività di attrezzature, macchine ad uso civile e industriale
  • Radon, inquinamento da radiazioni cesio dell’ambiente
  • Radioattività dei materiali da costruzione.
  • Fuga radioattiva locale e inquinamento da radiazioni nucleari
  • Discariche, centri di rottamazione con contaminazione radioattive
  • Rilevamento Materiale radioattivo nei trasporti import export.
  • Radiazioni nocive di beni personali e gioielli di valore
  • Raggi X nell’uso medico e industriale

DIAMO UN VOTO ( SKILLBAR DI VALUTAZIONE SU UNA SCALA DA 0 A 5)

  • AFFIDABILITA’  4
  • PRATICITA’  DI UTILIZZO  4
  • DOTAZIONI DI SERIE  5
  • ROBUSTEZZA  4
  • GESTIONE DEI DATI  4 ½
  • DISPLAY  3
  • VOTO FINALE 4 ½

Uno strumento completo sia nella dotazione che nelle funzioni, pratico ed ergonomico offre una valida soluzione per il controllo della radioattività ad un prezzo competitivo.

Per maggiori informazioni e caratteristiche tecniche sul Modello ARW-9501