10 Motivi per scegliere il durometro ARW-DPIT Touch

10 Motivi per scegliere il durometro ARW-DPIT Touch

La misura della durezza di un metallo è un parametro abbastanza complesso e molte sono le variabili che possono condizionare il risultato, tra cui le condizioni ambientali di temperatura e umidità, il grado di finitura della superficie, il tipo di materiale, lo spessore, l’area di appoggio minima e altro ancora. Se la misura la facciamo con un Durometro portatile, queste variabili sono ancora più importanti e devono essere valutate attentamente prima di scegliere lo strumento adatto alle nostre necessità

Il durometro ARW-DPIT: misurare la durezza di un metallo

1 Tenere tutto sotto controllo e ben visibile

Il punto di forza del Durometro ARW-DPIT, un ampio Display LCD Touch screen di ben 3,9” retro illuminato, sempre tutto sotto controllo e ben visibile. Tutte le informazioni sono distribuite sullo schermo offrendo la panoramica completa con un solo colpo d’occhio senza dover effettuare numerosi passaggi, dati in memoria e statistica dati visibile e analizzabile direttamente sullo strumento in modo semplice e veloce. La dotazione di una penna facilità le operazione di selezione delle varie funzioni che possono essere comunque effettuate con il dito della mano.

 

 

2 Strumenti di battuta intercambiabili

Non solo sonda tipo D fornita in dotazione standard che offre la soluzione ideale per la stragrande maggioranza delle applicazioni, ma anche una vasta selezione di Strumenti di battuta per la misura della durezza in differenti applicazioni. Nel dettaglio:

  • Sonda tipo D: universale in dotazione standard, impiegata per la maggior parte delle applicazioni, occhio allo spessore minimo del materiale che non deve essere al di sotto dei 30mm su base solida e non su oggetti di piccole dimensioni.
  • Sonda tipo DC: Strumento di battuta analogo alla versione “D”, ma con dimensioni decisamente più piccole che consentono di utilizzarla in spazi più ristretti.
  • Sonda tipo D+15: Offre una soluzione interessante per la misura all’interno di gole e cavità, grazie alla dimensione ridotta del diametro di appoggio con bobina spostata più in alto.
  • Sonda tipo DL: Una delle sonde più interessanti che offre la possibilità di misurare su spazi molto ristretti come ad esempio su cave e scanalature. Un impiego molto frequente di questa tipologia di strumento di battuta è nella misura della durezza su ingranaggi e dentature.
  • Sonda tipo C: Questo strumento di battuta nasce per cercare di ovviare alla problematica più frequente che si riscontra con l’utilizzo di durometro a battuta chiamati anche Durometri a rimbalzo o “Leeb Test”, ossia quello dello spessore e della solidità dell’oggetto misurato. Questa sonda, grazie alla riduzione ad ¼ della forza di impatto rispetto alla sonda tipo “D” (l’ energia di impatto e circa il 25% della sonda tipo D), consente di ridurre le vibrazioni e di conseguenza anche lo spessore minimo del materiale metallico testato. Questo non significa che è possibile misurare lamiere o tubi di spessore sottile, 1/2 mm, ma con alcuni accorgimenti si arriva a spessori di 10/12 mm. Nel caso di lamiere sovrapposte e accoppiate con una pasta di contatto possiamo andare anche a spessori più sottili di 3/4 mm.
  • Sonda tipo G: Particolare strumento di battuta per durometro a rimbalzo, si tratta di una sonda di dimensioni decisamente più consistenti della versione standard tipo “D” che ha una forza di impatto di circa 9 volte maggiore e un dardo di dimensioni molto più grandi. Queste caratteristiche consentono di avere dei risultati più attendibili dove la superficie e il materiale risulta meno regolare e omogenea. La sua principale applicazione è nella misura della durezza su ghisa, ma può essere la soluzione ottimale anche su pezzi non sufficientemente lavorati, con un elevato grado di rugosità.

 

 

3 Stampa risultati immediata

Grazie alla dotazione di una stampante portatile all’interno del kit fi fornitura standard, è possibile stampare direttamente i valori di misura in tempo reale completi di data, ora e statistica dati sul numero dei valori che abbiamo settato. Una soluzione interessante in alcune situazioni, come ad esempio in accettazione materiale allegando eventuali controlli ai lotti, oppure come attestazione di una prova o collaudo da lasciare direttamente al cliente o fornitore.

 

 

4 Conversione diretta in 7 scale di durezza

Operazione semplice e veloce che permette di avere la conversione diretta del valore misurato in 7 differenti scale di misura della durezza su metalli, ossia HRC-HRB-HV-HB-HSD-HL- MPa, interessante la valutazione del carico di rottura espresso in MPa (Mega Pascal). Chiaro! si tratta di un calcolo indiretto e non si pone l’obbiettivo di sostituire una macchina per prove di trazione e compressione, ma certamente può fornire un valore aggiunto e un dato di riferimento su cui effettuare eventuali ulteriori valutazioni.

5 Blocco di taratura in dotazione

Non tutti i Durometri vengono corredati di un blocco di calibrazione per verifica e taratura dello strumento. Il Durometro ARW-DPIT Touch offre anche questo incluso nella fornitura standard, con dei semplici e veloci passaggi è possibile eseguire la calibrazione della sonda senza bisogno di altri accessori.

 

 

6 Principio di funzionamento “Leeb Test”

Molti lo conoscono come metodo a rimbalzo o a battuta, si tratta del principio di funzionamento per la misura della durezza di un materiale metallico più diffuso in assoluto sui Durometri portatili. Questo sistema di misura si basa principalmente sull’impatto di un dardo scagliato contro una superficie ad una forza nota e la scala di misura con cui viene rilevato il valore è “HL” (Leeb Hardness) che proviene direttamente dal nome del metodo. I vantaggi offerti da questo principio sono notevoli, tra cui la velocità e praticità di utilizzo e soprattutto la flessibilità che consente di misurare la durezza sia su materiali metallici teneri come l’alluminio che su acciaio legato o trattato. Il segreto del Durometro ARW-DPIT è racchiuso nella sua capacità di adattarsi alla stragrande maggioranza delle applicazioni offrendo differenti strumenti di battuta intercambiabili per ogni necessità.

 

 

7 Alimentazione con accumulatore interno ricaricabile

Niente batterie Alcaline da sostituire, ma un accumulatore interno ricaricabile con una buona autonomia e consente, quando necessario, il collegamento diretto ad alimentazione elettrica diretta, grazie al cavo di collegamento in dotazione, per utilizzo prolungato o da banco senza obbligare al ricambio delle batterie e incidere sui costi.

8 Disponibili un set di anelli adattatori per superfici circolari

A completare la fornitura si aggiunge un set di anelli adattatori per superfici circolari concave e convesse (Opzionali). Questi particolari adattatori vengono montati direttamente sulla sonda in modo semplice e veloce e consentono di misurare la durezza anche su superfici non lineari senza errori di appoggio garantendo un risultato preciso. Il sistema di aggancio è molto veloce e consiste nel svitare il piedino standard sulla base della sonda per collegare l’adattatore idoneo alla superficie testata.

 

 

9 Memoria dati, statistica e interfaccia

Grazie al suo sistema Touch Screen e ad un ampio schermo LCD la configurazione, lettura e impostazione dei dati di memoria diventa molto semplice e intuitivo, basta pochi semplici passaggi per impostare il numero di letture su cui effettuare il calcolo statistico e tutto viene visualizzato sul display e memorizzato senza dover cambiare schermata o gestire operazioni complesse da Menu di navigazione. Semplice risulta anche il richiamo e la visualizzazione dei dati memorizzati che vengono rappresentati in modo semplice e completo anche sullo schermo dello strumento senza accedere al PC.

 

 

10 Una valigetta Robusta e completa

Tutto a corredo e ben posizionato all’interno della custodia da trasporto in ABS, dove possiamo trovare lo strumento corredato di tutti gli accessori, nessuno escluso. Spesso alcuni optional devono essere acquistati a parte e generalmente trasportati esternamente con il rischio di perdita o danneggiamento. Qui c’è tutto e ogni strumento, sonda, stampante, blocco di taratura, alimentatore, ecc… hanno il loro spazio e al loro sede rendendo il trasporto e la conservazione più semplice e sicura. Non è tutto! in dotazione c’è anche un programmino semplice di interfaccia dati che consente di scaricare ed elaborare i file memorizzati sullo strumento.

 

 

Se invece desideri ulteriori informazioni su ARW Misure e sui nostri prodotti, non esitare a contattarci, riceverai pronta risposta da uno dei nostri esperti!

    Acconsento al Trattamento della Privacy*